11 Settembre 2001 – Le strane liste passeggeri

11 Settembre 2001 – Le strane liste passeggeri dei voli “UA93” e “AA77”

Nel post “11 Settembre 2001 – I passeggeri last minute”, è stato fatto notare come l’11 Settembre 2001, innumerevoli attori, registi e sceneggiatori del calibro di Mark Wahlberg, Bobby Farrelly, Robert Redford, Jackie Chan e Sam Mendes, tanto per citarne qualcuno, abbiano deciso di non volare, quel giorno, disdicendo le loro prenotazioni il giorno prima o la mattina stessa.
I piloti di 3 dei 4 aerei e più della metà di tutti gli assistenti di volo, oltre ad un numero incredibile di passeggeri – tra cui quasi la metà di quelli presenti sul volo “UA93” – non si erano originariamente prenotati per essere su quei voli o hanno disertato la loro presenza all’ultimo momento.

Chi volò, quindi, in quegli aerei?

Passeggeri
“United 93” – USA, Regno Unito e Francia 2006 – di Paul Greengrass

Nel Paese col più alto tasso di obesi del pianeta, si sono trovati, tutti insieme, sul volo di linea “UA93”, una tale concentrazione di atleti e forzuti, simbolo dell’America sana ed eroica che la realizzazione di un’epica pellicola dal titolo “Let’s roll” era inevitabile [1]:
Mark Bingham, ex giocatore di rugby;
Jeremy Glick, ex campione di Judo;
Alan Beaven, gigantesco alpinista neozelandese;
Lou Nacke, sollevatore di pesi (che ha Superman tatuato sulla spalla);
Rich Guadagno, poliziotto esperto di combattimento all’arma bianca;
William Cashman, ex paracadutista;
Linda Groulund, avvocato ma anche cintura marrone di karate;
Todd Beamer, ex giocatore di basket.

Per quanto riguarda il volo “AA77”, invece, bisogna sapere che, su 59 membri dell’equipaggio, 21 lavoravano per la Difesa, 10 lavoravano per l’aeronautica militare, 7 lavoravano per la marina, 18 erano Manager e 5 erano CEO o Presidenti di aziende.

Questi i curriculum di alcuni di loro:
– Scienziato Senior in pensione, ex dipendente US Navy ed US Army;
– Ingegnere della Boeing esperto di Integrated Defense Systems; ex US Air Force ed ex NSA;
– Direttore di gestione del programma “Raytheon” (US Army);
– Aviatore navale in pensione che ha lavorato per “Veridian Corp.”, appaltatore della Difesa;
– Ingegnere della “BAE System”, il più grande fornitore di assistenza tecnica per la US Navy;
– 2 ingegneri della Boeing specializzati in sistemi di propulsione;
– Sistemista software per la “Lockheed Martin Corp.” (US Army);
– Responsabile tecnico del gruppo a “Xon Tech”, società di ricerca e sviluppo per la Difesa;
– Comandante di Marina in pensione, vicepresidente in un’azienda di sviluppo di software;
– Ammiraglio in pensione, ex pilota American Airlines;
– Alto dirigente presso il Dipartimento della Difesa;
– Ex tecnico elettronico della Marina, ha lavorato presso il Dipartimento della Difesa;
– Avvocato che aveva lavorato con la Marina;
– Commentatrice CNN, moglie del Procuratore Generale USA.

Note e fonti:
[1] “Il mito dell’11 settembre e l’opzione dottor Stranamore”, di Roberto Quaglia, PonSinMor, 177

Nico ForconiControInformo

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Precedente Iraq - A 15 anni dalla caduta di Saddam... Successivo 11 Settembre 2001 - I parenti delle vittime