NSA – 25nne rivela documenti top secret

NSA – 25enne accusata di aver rivelato alcuni documenti classificati al sito The Intercept che provano due attacchi hacker dei servizi segreti russi volti a influenzare direttamente i risultati elettorali delle presidenziali USA

Una donna statunitense di 25 anni è stata incriminata per aver consegnato alla testata online The Intercept un documento top secret della NSA.
Sebbene non ci sia prova del fatto che i risultati elettorali possano essere stati alterati, il rapporto, datato 5 Maggio 2017, rappresenta il resoconto più dettagliato fornito dal Governo degli Stati Uniti d’America riguardante interferenze russe nella tornata elettorale del 2016.

Reality Leigh Winner, la 25enne contractor per la “Pluribus International Corporation”, una società che lavora a stretto contatto con la NSA, è formalmente accusata dal Governo USA di aver “rimosso materiale classificato da un edificio governativo e averlo spedito via email”; materiale ritenuto autentico anche da un funzionario americano che ne avrebbe confermato la veridicità anche ai microfoni della CNN.NSANonostante gli sforzi e le spese sostenute dai Governi per aumentare i livelli di sicurezza, negli ultimi mesi stiamo assistendo sempre più spesso alla divulgazione di “materiale segreto senza autorizzazione” ed altre azioni che rappresentano una “minaccia” per “la sicurezza della nostra nazione”, arrivando a minare “la pubblica fiducia nel governo”, almeno secondo quanto sostenuto dal procuratore generare Rod Rosenstein.

Sebbene l’NSA non sia riuscita ad ottenere prove sul fatto che i risultati elettorali possano essere stati alterati, l’Agenzia per la Sicurezza Nazionale ha dichiarato che i tentativi ad opera del Governo Russo, avevano come scopo quello di alterare non solo la campagna elettorale ma anche le stesse elezioni presidenziali americane.

Dopo WannaCry, il ramsomware assurto alle cronache in questi giorni e diventato letale proprio grazie a i codici della NSA, ci troviamo di nuovo di fronte ad una fuga di notizie riguardante proprio l’organismo governativo degli Stati Uniti d’America che, insieme alla CIA ed all’FBI si dovrebbe occupare della sicurezza nazionale.

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Precedente Vaccini, riconosciuti danni: donna ha diritto a indennizzo Successivo WhatsApp - La truffa del buono sconto di 250 Euro