Zucchero: cosa succede dopo 10 giorni di astinenza

Zucchero – Un recente studio mirato ai bambini afferma che i danni causati possono essere facilmente prevenuti e addirittura invertiti

Il Dr. Robert Lustig e il suo team di ricercatori della “University of California”, in San Francisco, sono stati in grado di diminuire i livelli di trigliceridi di 33 punti in media, facendo scendere il colesterolo LDL (cattivo) e la pressione diastolica di 5 punti. In soli 10 giorni, tutti i bambini che hanno partecipato allo studio hanno visto ridursi drasticamente il rischio di diabete tipo 2.
Il test, effettuato solamente sui bambini, sembra suggerire benefici simili anche per gli adulti.

Zucchero

È importante sapere che non tutte le calorie sono uguali; 100 calorie di zucchero non sono come 100 calorie di spinaci. Purtroppo le aziende alimentari tendono a sorvolare su questo tema cercando di far credere che “a basso contenuto calorico” sia sinonimo di “sano”. In realtà, non dovremmo concentrare la nostra attenzione sul conteggio delle calorie ma sugli ingredienti contenuti nel nostro cibo.

Mentre la maggior parte delle diete tendono a richiedere mesi per mostrare i risultati, riducendo il consumo di zucchero si notano effetti positivi immediati sulla salute

Per quanto riguarda lo zucchero, il fatto che sia pubblicizzato come “senza grassi,” è una pura manovra di marketing intelligente poiché, anche se lo zucchero in sé non contiene grassi, viene immagazzinato come un grasso all’interno del sistema, soprattutto se ingerito in grandi quantità in un lasso di tempo breve.

Per una media di 2.000 calorie al giorno, la “Fondazione Heart and Stroke” raccomanda che non più del 10% delle calorie che consumiamo dovrebbero provenire da zuccheri aggiunti che è circa 12 grammi; considerate che una lattina di soda contiene circa l’85% di questo apporto.Zucchero

In verità non abbiamo bisogno di alcuna aggiunta di zucchero nella nostra dieta, in quanto non forniscono alcun valore nutritivo per il corpo

Gli zuccheri presenti naturalmente negli alimenti integrali sono gli unici di cui abbiamo bisogno. Ma, come detto sopra, lo zucchero viene aggiunto a quasi tutti gli alimenti trasformati quindi può essere difficile evitare; tuttavia, se si leggono le etichette degli ingredienti diligentemente, si può fare.

Gli zuccheri aggiunti vengono indicati con vari nomi, tra cui: glucosio, fruttosio, sciroppo di fruttosio, sciroppo di mais, saccarosio, maltosio, destrosio, zucchero di barbabietola, zucchero di canna, succo di canna disidratato, destrina e maltodestrine, per citarne alcuni.

Per finire, alcuni studi hanno dimostrato che lo zucchero crea dipendenza come le droghe pesanti e, in alcuni casi, si è affermato addirittura che sia da considerarsi una droga a tutti gli effetti.

Nico Forconi – ControInformo

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Precedente Donald Trump - Il discorso sulla politica estera Successivo Alimentazione vegana e prevenzione del cancro